Globalist:

Siria-Libano: l'opzione Taif per archiviare il confessionalismo

Mentre la guerra in Siria, Iraq e Libano prosegue indisturbata è solo un esercizio di stile parlare di formule per la pace?

mercoledì 28 agosto 2013 10:19
Dal 29 luglio si sono persi i contatti con padre Paolo Dall'Oglio, in Siria. Un gruppo di giornaisti amici gli scrive.
Le più lette
  • L'autorità morale di Obama e la Siria

    A Washington molti parlano di "autorità morale" degli Usa scossa dalla scandalo del rapporto sull'uso della tortura da parte della Cia. Ma intanto in Siria...

12-12-2014 10:35:45 |A Washington molti parlano di "autorità morale" degli Usa scossa dalla scandalo del rapporto sull'uso della tortura da parte della Cia. Ma intanto in Siria...


06-12-2014 17:22:28 |Nella grande partita per la conquista della Siria l'Iran sembra aver messo nell'angolo anche i russi. E prosegue verso il suo "impero".


02-12-2014 21:56:47 |Un numero incredibile di khomeinisti, superiore alle 100mila unità, combatte in Siria una battaglia tanto terrorista quanto jihadista. Ma nessuno se ne accorge.


12-11-2014 10:33:56 |Il 17 novembre padre Paolo Dall'Oglio compie 60 anni. Nelle segrete dei terroristi che lo sequestrano da 15 mesi.


07-11-2014 18:16:19 |Che libro è "Medio Oriente senza cristiani?". Parte da una domanda: che ruolo hanno i cristiani in Medio Oriente? Evitare la guerra tra sunniti e sciiti. E svelare una connection.


04-11-2014 13:43:11 |Un errore nella data di ritorno da Beirut mi ha fatto perdere presentazioni importanti. Ma quel che ho sentito al Salone del Libro di Beirut non è poco.


27-10-2014 20:14:33 |Esce "Medio Oriente senza cristiani? Dalla fine dell'impero ottomano ai nuovi fondamentalismi". La pace si fa rinunciando a due progetti, quello del'ISIS e quello dei pasdaran.


25-10-2014 07:44:04 |Un' autentica Caporetto. Politica, strategica e culturale. Ecco in sintesi la strategia della Casa Bianca e i suoi effetti catastrofici. Anche per noi.


23-10-2014 07:52:47 |Un oscuro chierico passa a miglior vita: è un falco, ma Rohani lo piange. Forse perché al suo posto, cruciale nel potere iraniano, sta arrivando l'ayatollah più estremista.


21-10-2014 07:37:47 |Ghonche Ghavami ha soltanto 25 anni: non voleva diventare un'eroina, voleva soltanto vedere la partita di pallavolo tra l'Iran e l'Italia. Per questo è finita nel famigerato penitenziario di massima sicurezza di Evin.


17-10-2014 09:17:26 |Sembra una beatificazione per pochi, di un papa che alcuni chiamarono "Paolo Mesto". Nulla di più sbagliato: Paolo VI è l'uomo che parla dell'oggi a ciascuno di noi.


09-10-2014 08:59:16 |Il presidente invita gli iraniani espatriati a rientrare in patria. Ma al loro rientro finiscono in galera e lui non può far nulla per scarcerarli. Ecco nomi e cognomi


01-10-2014 12:38:56 |Il Nelson Mandela iraniano, dopo 30 anni di immotivata detenzione e di terribili torture, perdona l'ayatollah che lo condannò. E Rohani che fa, lo chiama?


23-09-2014 19:08:20 |Ma che strano: mentre Assad dice che i bombardamenti USA sono i benvenuti, il presidente iraniano li definisce "contro il governo di Damasco" e illegittimi.