Globalist:


Arabi in rivolta

L'agenzia di stampa siriana censura il presidente Assad

Censurato uno dei passaggi più alti e nobili del discorso pronunciato dal presidente siriano, Bashar al-Assad, davanti al neo-eletto Parlamento nazionale.

redazione
martedì 5 giugno 2012 08:51

Biasimevole scelta dell'agenzia di stampa siriana, Sana. L'agenzia ha divulgato il testo del discorso pronunciato ieri dal presidente siriano Bashar al-Assad, il primo discorso di Assad da cinque mesi a questa parte. L'agenzia ne ha fornita anche la versione in inglese e in francese. In tutti i tre i testi però, purtroppo, non è stata inserita una frase pronunciata dal presidente. Lo rivela il sito sirialibano.com.
Assad, memore dei suoi studi londinesi in oftalmologia, ha fatto un riferimento alla sua esperienza personale, alla sua passione per la medicina, dicendo: " quando un medico opera, cosa gli diciamo? Che ha le mani sporche di sangue! Ma poi lo ringraziamo per aver salvato la vita del paziente."
E' veramente un peccato che questo riferimento autobiografico non sia stato inserito nel transcript ufficiale fornito in tre lingue dall'agenzia Sana.
Su questo episodio di censura del Presidente sarebbe assai interessante chiedere un commento al patriarca greco-cattolico Gregorio III, che non ha studiato medicina, ma ha dichiarato proprio ieri (come abbiamo riferito) che in Siria non c'è un problema di democrazia, di quella ce n'è in abbondanza.